Tag

, , , , ,

Chiara-Papa-2-ridotta

Seguo, ormai da qualche anno, con grande interesse e piacere, il percorso artistico di Chiara Papa, giovane e dotata musicista salentina. La prima volta in cui l’ho ascoltata dal vivo, è stato in occasione di un prezioso concertino presso l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate, dove si esibiva insieme ad altri musicisti; si trattava di un evento organizzato per “ridare vita” a quel bellissimo luogo, che così poteva tornare a respirare e palpitare. Ero in compagnia della donna che sarebbe diventata mia moglie, e quale miglior auspicio per due innamorati della poesia in musica! Rimasi profondamente colpito dall’energia che Chiara sapeva sprigionare, ma non solo, vi erano tante altre qualità che di lei trasparivano: la padronanza dello strumento, la tecnica sopraffina (in quell’occasione Chiara suonava la chitarra, ma è bravissima anche con altri strumenti, tra cui il dulcimer e l’ukulele) l’ispirazione, la profondità delle esecuzioni. Un qualcosa di fatato si muoveva dalle note per raggiungere menti e cuori degli ascoltatori. In una parola: indimenticabile!

cad071865ca64e4c1f731d7f2fac46eb

Giorni fa, ho avuto il piacere di riascoltarla, in due occasioni, a Copertino, nella suggestiva cornice dell’Arco dei Pappi, e a Trepuzzi, paese natale dell’artista, in un luogo stregato, come solo la campagna salentina sa essere. Le nuove occasioni sono nate per la presentazione del suo disco, (Donne), pubblicato con Fonosfere by Dodicilune, un lavoro magico fin dalla copertina, realizzata dall’artista iraniana Hanieh Ghashghaei. In questa pregevolissima opera, la musica e la voce di Chiara sanno incantare. (Donne) non è soltanto un susseguirsi di brani, ma un crescendo di storie, meravigliosamente intessute. Già dalle prime note si percepisce un volersi donare dell’artista al pubblico, un voler instaurare quell’intimità che si fa poesia ed emozione e che continua, amplificandosi, nei concerti live di Chiara. Frutti, questi, non solo di grande sensibilità e infinita passione ma anche di dedizione e studio. In un’epoca dove tutto è approssimativo, superficiale, colpiscono la serietà e l’impegno di questa giovane musicista, che ha fatto della musica la propria vita. L’accurata ricerca della Papa si mostra dalla cura per il tutto, un insieme che diventa culla di fantastiche emozioni. I brani del disco, nove in tutto, sono dei battelli fatati che portano lontano, verso i mondi dell’emozione. Chiara, con le sue note e il suo canto, ci sfiora l’anima e ci racconta d’amore e di coraggio, di gioia e sofferenza, di terra e di cielo, di alberi e di lune, di carne e di spirito. Semplicemente da ascoltare.

Gianluca Conte

Sito ufficiale della musicista: http://www.chiarapapa.it

Annunci